top of page
  • Writer's pictureFabrizio Pressi

Acido lattico? Doms? Conosci la differrenza?

Alzi la mano chi non ha mai sentito qualcuno lamentarsi per qualche dolore muscolare nei giorni immediatamente successivi a un allenamento diverso dal solito o particolarmente intenso. Sono quelli che comunemente vengono chiamati dolori da acido lattico, ma che in realtà con l’acido lattico non c’entrano nulla.


Quei dolori si chiamano Doms, acronimo di “Delayed onset muscle soreness”, ovvero indolenzimenti muscolari a insorgenza ritardata che in genere insorgono 24-48 ore dopo un intenso esercizio fisico.


E’ una risposta dell’organismo quando svolgiamo una qualsiasi attività motoria superiore le proprie capacità muscolari oppure a chi normalmente non effettua attività fisica o motoria.

Se non abituati a volte anche una semplice passeggiata in montagna su sentiero con salite e discese può generare il Doms.


La causa principale del doms è una rottura delle fibre muscolari provocata dall’esercizio fisico intenso a cui segue una risposta infiammatoria e i sintomi sono il dolore localizzato, la perdita di forza, la fragilità muscolare.


Sono dolori che sono più diffusi all’inizio di una stagione sportiva quando gli atleti tornano ad allenarsi o quando vengono introdotti per la prima volta a determinati esercizi. Anche l’intensità e la durata dell’esercizio sono fattori importanti.


Detto ciò… allora cosa centra l’acido lattico? Ma soprattutto, sappiamo tutti cos’è?

L’acido lattico è un composto tossico per le cellule, il cui accumulo nel sangue si correla alla comparsa della cosiddetta fatica muscolare.


L’acido lattico viene prodotto dai muscoli durante la degradazione anaerobica (in assenza di ossigeno) del glucosio. E, contrariamente a quanto si crede, l’acido lattico è il responsabile della fatica muscolare ma non dei Doms.


Ora che sappiamo tutti cos’è mi sembra doveroso dirvi che nonostante le apparenze non vi è correlazione tra acido lattico e DOMS.


Quando si parla di acido lattico ed esercizio fisico in realtà ci si riferisce all’Aoms (Acute onset muscle soreness), ovvero indolenzimenti muscolari ad insorgenza acuta che generalmente si manifestano sotto forma di bruciore e insorgono durante o subito dopo l’esercizio fisico a causa di un accumulo di acido lattico che normalmente viene smaltito nel giro di un’ora dal termine dell’attività fisica.


Il Doms invece, insorge dopo 24 -48 ore e può durare tra i 3 e 5 giorni, in alcuni casi anche una settimana. Generalmente il picco massimo di dolore si avverte entro le 72 ore dopo di che avviene un graduale miglioramento.

Potrà sembrarti strano ma l’esercizio fisico è l’unico stratagemma per alleviare il dolore durante il DOMS.


Il massaggio è ampiamente utilizzato per prevenire e curare le lesioni. La maggior parte delle meta-analisi suggerisce che il massaggio post-esercizio aiuta con il dolore dei Doms. Chiaramente è importante sottolineare che la tempistica del massaggio, come lo stile del massaggio e l'estensione del Doms, possono modificare il risultato.


Ora sai cos’è il Doms e che probabilmente per il 90% delle volte l’hai chiamato con il nome sbagliato e sai anche che noi possiamo aiutarti a superare questo fastidioso problema post attività fisica.


Alessia e Fabrizio





35 views0 comments

Recent Posts

See All

Comments


bottom of page