top of page
  • Writer's pictureFabrizio Pressi

Ancora sta dannata sciatica

Updated: Nov 4, 2021



Chi non ha mai sentito parlare di Sciatica? immagino nessuno.


E un “problema” che prima o poi tutti o quasi dobbiamo affrontare nel corso della nostra vita.


Facciamo un po’ di chiarezza su cos’è, le sue cause e come “combatterla”


La sciatica, è l’infiammazione del nervo sciatico (il più grande e il più lungo nervo del corpo umano. Elemento anatomico pari, esso ha inizio nella parte bassa della schiena e percorre tutto l'arto inferiore, terminando a livello del piede) e causa tipica di questa condizione è la sua compressione.


Alcune delle cause più note sono: l'ernia al disco, la stenosi vertebrale o foraminale, la sindrome del piriforme e la gravidanza avanzata.


Spesso oltre al dolore abbiamo anche i seguenti sintomi: formicolio, intorpidimento, debolezza muscolare e difficoltà di movimento.





Alcuni fattori scatenanti possono essere:

  • L’età avanzata.

  • L'obesità. Un eccessivo peso corporeo può rappresentare uno stress esagerato per la colonna vertebrale.

  • Le attività lavorative in cui è necessario alzare pesi o torcere la schiena.

  • La sedentarietà. Il confronto tra chi conduce una vita sedentaria e chi, invece, conduce una vita attiva, ha dimostrato che i primi sono più soggetti alla sciatica, rispetto ai secondi.

  • In alcuni casi, non ha nulla a che vedere con fattori esterni, molto spesso dipende dalle emozioni, in questo caso si parla di psicosomatica.

Nella maggior parte dei casi i dolori che coinvolgono interamente la schiena o una sua specifica zona, sono l’effetto di ansia, depressione, stress o di altri disagi psicologici che riguardano la nostra vita emotiva.


Quando ansie e tensioni emotive incidono sui tessuti muscolari, la schiena si irrigidisce.

Chi soffre di problemi alla sciatica spesso è una persona che si trova a dover fare qualcosa che non vorrebbe proprio fare, e che si sente costretta a dover agire per necessità, rigidità, intransigenza o senso del dovere.


In generale, l'approccio al disturbo inizia con esercizi fisici e stretching, che consentono di riabilitare il movimento. La maggior parte dei trattamenti è orientata alla riduzione della pressione esercitata dal muscolo piriforme sul nervo sciatico, o ancora sulla zona delle vertebre lombari.


Utili inoltre potrebbero essere una serie di trattamenti localizzati specifici volti a decontrarre il cingolo pelvico, il quadrato dei lombi e la muscolatura sia frontale che posteriore della coscia, nonché lavorare con lo yoga.


Per questo son sicuro che noi potremmo aiutarti.


Alla prossima: Fabrizio ed Alessia




35 views0 comments

Recent Posts

See All

Comentarios


bottom of page