top of page
  • Writer's pictureFabrizio Pressi

Vorremmo parlarti del massaggio Maori

Immagina quella sensazione che provi quando le tue spalle sono contratte, quando i muscoli urlano vendetta, dopo un intenso allenamento in palestra o dopo che hai subito ore ed ore di posizione statica davanti al computer, a lavorare seduto, o ancora dopo aver sollevato sacchi o pennellato una parete. Quel momento della giornata nella quale tutto faresti pur di riconnetterti con il tuo corpo, qualsiasi cosa andrebbe bene affinché la mente trovi quiete e le membra siano in grado di riposarsi.

Immagina ora di poter avere tra le mani uno strumento semplice per fare fronte a tutto ciò, o che questo strumento sia a portata di mano.


Non ti prendo in giro: si chiama massaggio.


Però oggi vorrei parlarti di un trattamento diverso, un massaggio che forse, non hai manco mai sentito nominare.


Per farlo voglio accompagnarti in una terra lontana: l'Oceania.


Là vive un popolo indigeno fiero delle sue tradizioni: sono i Maori.


Li si conosce in tutto il mondo per la loro danza rituale: la Haka.


Un po' meno li si conosce per i tatuaggi, che come dipinti sacri, si disegnano in tutto il corpo, linee che rappresentano la loro connessione con il divino.


Il massaggio Maori nasce da quella tradizione.


E non è un semplice massaggio dal nome esotico: si usano degli strumenti di legno, sfere e bastoni, per lavorare in profondità la muscolatura, per distenderla e per riattivare la circolazione. Si usa il fuoco, per riscaldare gli strumenti e per disinfettarli, in un rituale che ha dello spettatore. Si alterna il tutto a manovre rilassanti che lasciano una piacevole sensazione d'abbandono.


Un'ultima particolarità è che il massaggio è a marchio registrato.


Lo sapevi? Esistono massaggi a marchio registrato. Quindi noi non possiamo fare il massaggio Maori, perchè solo operatori con licenza opportuna possono presentarlo.


E qui ti chiederai allora perchè te ne parlo.

Insomma tutta questa bella manfrina e poi ti ritrovi che non puoi provarlo?


E no: ci piace coccolarti e sorprenderti!


Così abbiamo contattato una specialista: Arianna.


E lei il massaggio Maori può farlo.


Sarà a disposizione in studio da noi il giovedì, su appuntamento, per proporre questo attento e delicato lavoro che non esitiamo a chiamare un decontratturante avanzato con note rilassanti.


Non vediamo l'ora di fartelo provare e di sapere direttamente da te cosa ne pensi.


Alessia e Fabrizio


41 views0 comments

Recent Posts

See All

Comentários


bottom of page